Salta al Contenuto della Pagina
Testo: Visualizza Dimensione Caratteri Standard | Aumenta Dimensione Caratteri del 10% | Aumenta Dimensione Caratteri del 30% |    Contrasto: Visualizza la pagina ad alto contrasto |
Ricerca Avanzata | Oggi “ il 22 Settembre 2017
Ricerca nel Sito



Sei in: Home >> I Servizi “ Guida ai servizi “ Io Cerco  “ 
Valuta questa pagina    Buona Sufficiente Incompleta

InformazioniDESCRIZIONE

E' uno strumento introdotto dal Governo con l'obiettivo di garantire alle famiglie un risparmio sulla spesa annua per energia elettrica.

Sono previsti due tipi di bonus:
Disagio economico per le famiglie che abbiano un ISEE inferiore o uguale a 7.500 euro ed anche per nuclei familiari con almeno quattro figli a carico che abbiano un ISEE non superiore a 20.000 euro.
Disagio fisico per le famiglie presso le quali vive una persona affetta da grave malattia che imponga l'uso di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.

Validità
Lo sconto viene applicato sulle bollette dell'energia elettrica, per 12 mesi, al termine di tale periodo, per ottenere un nuovo bonus, il cittadino dovrà rinnovare la richiesta di ammissione.
Per i casi di grave malattia che imponga l'uso di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita, lo sconto sarà applicato senza interruzioni fino a quando sussiste la necessità di utilizzare tali apparecchiature.

Valore del bonus
Per le situazioni di disagio economico, il valore del bonus sarà differenziato a seconda del numero di componenti della famiglia anagrafica:
- 60 euro/anno per un nucleo familiare di 1-2 persone
- 78 euro/anno per un nucleo di 3-4 persone
- 135 euro/anno per un nucleo familiare con più di quattro persone.

Il bonus da riconoscere ai clienti che utilizzano apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita del paziente è di 150 euro/anno.

I due bonus sono cumulabili qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.

Potranno accedere al bonus sociale tutti i clienti domestici, intestatari di una fornitura elettrica dell'abitazione di residenza con potenza impegnata fino a 3 kW (informazione reperibile agevolmente su ogni bolletta), che abbiano un ISEE inferiore o uguale a 7.500 euro ed anche per nuclei familiari con almeno quattro figli a carico che abbiano un ISEE non superiore a 20.000 euro.

Hanno inoltre diritto al bonus tutti i clienti elettrici presso i quali vive un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita.

Ogni nucleo familiare può richiedere il bonus per una sola fornitura elettrica.

Cosa fare se cambiano le condizioni grazie alle quali è stato riconosciuto il bonus:
Cambio di residenza:
Se il cittadino cambia residenza durante il periodo di godimento del bonus sociale, dovrà recarsi presso il nuovo Comune di residenza per effettuare nuovamente la domanda. In questo caso il bonus sarà trasferito sulla nuova abitazione e sarà applicato fino alla scadenza originaria del diritto.
Variazione del numero di componenti:
L'aumento o la diminuzione del numero di componenti non fanno variare l'importo del bonus durante i 12 mesi di godimento. Tale informazione verrà recepita solo al momento del rinnovo della domanda di ammissione al bonus.
Variazione del reddito:
Analogamente alla variazione del numero di componenti, anche le variazioni della situazione reddituale e patrimoniale del cittadino verranno recepite solo al momento della rinnovo della domanda di ammissione al bonus.
Cambio delle condizioni economiche del contratto o del fornitore:
Il bonus continuerà ad essere erogato senza interruzioni fino al termine della validità del diritto (per il disagio economico) ovvero fino a quando è necessario l'utilizzo dell'apparecchiatura elettromedicale (per il disagio fisico), indipendentemente dal venditore scelto.

Come si utilizzaCOME SI UTILIZZA

Per accedere al buono sociale è necessario presentare domanda compilando gli appositi moduli (modulo A o B) e allegando la documentazione richiesta.

Per i casi di disagio economico:
- il riconoscimento della retroattività verrà effettuato secondo lo schema riassuntivo riportato nella tabella seguente:
- Attestazione ISEE emessa prima del 2007: non può essere utilizzata nè per il buono 2008 nè per il buono 2009
- Attestazione ISEE emessa nel 2007: può essere utilizzata per il buono 2008 e non per il buono 2009
- Attestazione ISEE emessa nel 2008, scaduta all'atto della richiesta: può essere utilizzata per il buono 2008 e per una quota parte del buono 2009
- Attestazione ISEE emessa nel 2008, valida all'atto della richiesta, presentata entro il 31 marzo 2009: può essere utilizzata per entrambi i buoni (2008 e 2009)
- Attestazione ISEE emessa nel 2009, presentata dopo il 31 marzo 2009: non può essere utilizzata per il bonus 2008 ma solo per il bonus 2009.

Per i casi di disagio fisico:
- i cittadini già inclusi negli elenchi delle forniture non interrompibili ai sensi del Piano di Emergenza per la Sicurezza del Sistema Elettrico (PESSE), dovranno presentare apposita autocertificazione (modulo C) specificando il tipo di apparecchiatura elettromedicale utilizzata, l'indirizzo presso il quale la medesima apparecchiatura è installata, la data a partire dalla quale si utilizza l'apparecchiatura elettromedicale;
- i cittadini non inclusi negli elenchi relativi al PESSE dovranno munirsi di apposita certificazione presso la propria U.L.S.S. di appartenenza (vedi fac-simile modulo D) che attesti l'utilizzo dell'apparecchiatura elettromedicale, il tipo di apparecchiatura installata, l'indirizzo presso il quale l'apparecchiatura è installata, la data a partire dalla quale si utilizza l'apparecchiatura elettromedicale. Ove la certificazione ASL non riporti la data a partire dalla quale si utilizza l'apparecchiatura elettromedicale, dovrà essere presentata apposita autocertificazione attestante tale data.

Rinnovo del bonus
Per i casi di disagio economico è necessario, dopo 12 mesi, presentare una nuova domanda completa di tutti gli allegati richiesti.
Il caso di disagio fisico non è necessario il rinnovo annuale. 

Dove rivolgersiDOVE RIVOLGERSI

Presso i Centri di Assistenza Fiscale  CAAF  convenzionati territoriali.

Info:
Ufficio Servizio Sociale, Via T. Vecellio n. 4 - Roncade (TV)
Telefono 0422-846235 oppure 0422-846238. Fax 0422-841165
e-mail : sociale@comune.roncade.tv.it    

Orari:  lunedì  dalle 9,00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00
          mercoledì dalle 16.00 alle 18.00.  

Documenti da PresentareDOCUMENTI DA PRESENTARE 

Domanda per disagio economico (modulo A)
1- copia di un documento d'identità
2- attestazione ISEE
3- copia di una bolletta di fornitura dell'energia elettrica

Domanda per disagio fisico (modulo B)
1- copia di un documento d'identità
2- copia di una bolletta di fornitura dell'energia elettrica
4- certificato U.L.S.S. (modulo D) o autocertificazione (modulo C) che attesti la necessità di utilizzare tali apparecchiature, il tipo di apparecchiatura utilizzata, l'indirizzo presso il quale l'apparecchiatura è installata, la data a partire dalla quale il cittadino utilizza l'apparecchiatura, allegando copia fotostatica della comunicazione ricevuta dal distributore di energia elettrica attestante che il punto di fornitura è compreso tra gli elenchi degli utenti non disalimentabili.

Tempi massimiTEMPI MASSIMI 

Il sistema è pienamente operativo da gennaio 2009; il godimento del "bonus" può essere retroattivo anche per tutto il 2008.
In questo caso, però, le richieste dovranno essere fatte entro il 31 marzo 2009.

Le richieste pervenute dopo il 31 marzo 2009 (salvo eventuali proroghe) non consentiranno di beneficiare del bonus retroattivamente per il 2008.



Ultima modifica: Giovedģ, 23 Aprile 2015 - ore 13:10


utenti on-line: 1 | pagine visitate: 0