Salta al Contenuto della Pagina
Testo: Visualizza Dimensione Caratteri Standard | Aumenta Dimensione Caratteri del 10% | Aumenta Dimensione Caratteri del 30% |    Contrasto: Visualizza la pagina ad alto contrasto |
Ricerca Avanzata | Oggi “ il 24 Ottobre 2017
Ricerca nel Sito



Sei in: Home >> I Servizi “ Guida ai servizi “ Io Cerco  “ Tessere per agevolazioni nel trasporto pubblico locale
Valuta questa pagina    Buona Sufficiente Incompleta

Tessere per agevolazioni nel trasporto pubblico locale

InformazioniDESCRIZIONE

La Legge Regionale 8 maggio 1985 n. 54 all'art. 30 (come modificato dalla Legge Regionale 30 luglio 1996 n. 19), ha previsto agevolazioni nel trasporto pubblico locale, a favore di fasce deboli dell'utenza, così identificate:

  • pensionati con trattamento economico non superiore al minimo I.N.P.S., di età superiore ai 60 anni (compiuti) e privi di redditi propri;
  • invalidi con grado di invalidità riconosciuto non inferiore al 67%;
  • sordomuti;
  • ciechi con residuo visivo fino a 1/10 in entrambi gli occhi;
  • invalidi del lavoro con trattamento d'invalidità riconosciuta, dal 67% e inferiore all'80%.

e con le seguenti specificazioni:

  1. nel caso di due coniugi, anche se entrambi pensionati, l'agevolazione non spetta ove il cumulo dei redditi imponibili di qualsiasi natura percepiti dagli stessi, al netto dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, risulti superiore a due volte l'ammontare del trattamento minimo I.N.P.S. in vigore al 1° gennaio di ciascun anno;
  2. l'agevolazione spetta altresì ai ciechi civili assoluti e parziali in possesso di residuo visivo fino ad 1/10 in entrambi gli occhi, con eventuale correzione, ai sordomuti, ai minori beneficiari dell'indennità di accompagnamento prevista dall'art. 1 della L. 11 febbraio 1980 n. 18, o dell'indennità di frequenza prevista dall'art. 1 della L. 11 ottobre 1990 n. 289, o della speciale indennità in favore dei ciechi civili parziali o dell'indennità di comunicazione in favore dai sordi prelinguali prevista dagli artt. 3 e 4 della L. 21 novembre 1988 n. 508, nonché agli esercenti la patria potestà dei suddetti minori handicappati;
  3. per le categorie degli invalidi e portatori di handicap formalmente riconosciuti dalle commissioni mediche previste dalla legislazione vigente, con grado di invalidità non inferiore al 67% o equiparato, per i ciechi civili parziali e per i sordomuti, le agevolazioni spettano ove il trattamento di invalidità riconosciuto, esclusa l'eventuale indennità di accompagnamento, non sia superiore a tre volte l'ammontare del trattamento minimo del fondo pensioni lavoratori dipendenti, calcolato in misura pari a 13 volte l'importo mensile in vigore dal 1° gennaio di ciascun anno;
  4. per i minori portatori di handicap di cui al punto 2), nonchè per gli esercenti la patria potestà, le agevolazioni spettano comunque indipendentemente dall'ammontare del trattamento economico riconosciuto a seguito della stessa invalidità;
  5. per i mutilati e invalidi di guerra e per servizio appartenenti alle categorie dalla prima all'ottava, per i ciechi civili assoluti, per gli invalidi del lavoro con invalidità non inferiore all'80%, le agevolazioni per il trasporto pubblico locale spettano comunque indipendentemente dall'ammontare del trattamento economico riconosciuto a seguito della stessa invalidità e degli altri redditi percepiti;
  6. le agevolazioni per il trasporto pubblico locale sono confermate ai Cavalieri di Vittorio Veneto, nonché agli accompagnatori degli invalidi e dei ciechi di cui a punto 5), titolari dell'indennità di accompagnamento;
  7. ai fini delle agevolazioni di cui trattasi, non si considerano né il reddito della casa di abitazione, né gli importi integrativi del trattamento minimo di cui agli artt. 1, 2 e 6 della L. 29 dicembre 1988 n. 544.

 

Come si utilizzaCOME SI UTILIZZA

L'agevolazione si ottiene presentando domanda presso l'Ufficio Servizio Sociale, compilata su apposito stampato e corredata da dichiarazione sostitutiva sulla situazione personale e reddituale.
Seguirà il rilascio di una tessera da parte della Provincia di Treviso, che il Comune provvederà a consegnare all'interessato.
La tessera ha una validità di 10 anni.

 

Dove rivolgersiDOVE RIVOLGERSI

Ufficio di Servizio Sociale – Via T. Vecellio n. 4.
Tel.: 0422-846271; 0422/846235
Fax: 0422/841165
e-mail: sociale@comune.roncade.tv.it

Orari di apertura al pubblico:
Lunedì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00
Mercoledì dalle 16.00 alle ore 18.00

 

Moduli da scaricareMODULISTICA 






 

 

Documenti da PresentareSCADENZE

La domanda può essere presentata in qualsiasi periodo dell'anno

 



Ultima modifica: Venerdė, 22 Gennaio 2016 - ore 11:45


utenti on-line: 1 | pagine visitate: 0