Salta al Contenuto della Pagina
Testo: Visualizza Dimensione Caratteri Standard | Aumenta Dimensione Caratteri del 10% | Aumenta Dimensione Caratteri del 30% |    Contrasto: Visualizza la pagina ad alto contrasto |
Ricerca Avanzata | Oggi “ il 19 Settembre 2017
Ricerca nel Sito



Sei in: Home >> I Servizi “ Guida ai servizi “ Io Cerco  “ 
Valuta questa pagina    Buona Sufficiente Incompleta

InformazioniDESCRIZIONE

L’assegno è stato istituito dall’art. 66 della Legge n. 448/98 con effetto dal 01.01.1999 ed è oggi disciplinato dal D.P.C.M. 21 dicembre 2000 n. 452 e dall’art. 74 del D. Lgs 151/2001 (Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità).

L’Assegno spetta, per ogni figlio nato, alle donne che non beneficiano di alcun trattamento economico per la maternità (indennità o altri trattamenti economici a carico dei datori di lavoro privati o pubblici), o che beneficiano di un trattamento economico di importo inferiore rispetto all’importo dell’assegno (in tal caso l’assegno spetta per la quota differenziale).
Alle medesime condizioni, il beneficio viene anche concesso per ogni minore in adozione o affidamento preadottivo purchè il minore non abbia superato i 6 anni di età al momento dell’adozione o dell’affidamento (ovvero la maggiore età in caso di adozioni o affidamenti internazionali). Il minore in adozione o in affidamento preadottivo deve essere regolarmente soggiornante e residente nel territorio dello Stato.

Come si utilizzaCHI PUO' FARE RICHIESTA

Possono presentare domanda le madri:

  • Cittadine italiane
  • Cittadine comunitarie
  • Cittadine extracomunitarie in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (permesso di soggiorno CE)
  • Cittadine extracomunitarie in possesso della carta di soggiorno di familiare di cittadino dell'Unione o italiano, della durata di cinque anni
  • Cittadine in possesso della carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro.

Si rammenta che le Questure provvedono al rilascio del permesso di soggiorno CE entro 90 giorni dalla richiesta; pertanto, le madri extracomunitarie che intendano richiedere l’assegno di maternità devono attivarsi tempestivamente per ottenere il rilascio del permesso di soggiorno CE. La domanda presentata, alla quale va allegata copia della richiesta di rilascio del permesso CE, verrà tenuta in sospeso fino alla presentazione, da parte dell'interessata, del permesso  di soggiorno CE rilasciato.

REQUISITI REDDITUALI
Per ottenere l’assegno di maternità la legge prevede che il reddito ed il patrimonio del nucleo famigliare di appartenenza della madre al momento della domanda non superino il valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente  (I.S.E.E) vigente alla data di nascita del figlio (ovvero di ingresso del minore nella famiglia adottiva o affidataria).
 

Dove rivolgersiDOVE RIVOLGERSI

Per il rilascio dell'attestazione I.S.E.E e per la presentazione della domanda, rivolgersi esclusivamente ai C.A.F. territoriali convenzionati 

Clicca qui per elenco C.A.F. territoriali convenzionati



INFO
Moduli da scaricare
Ufficio di Servizio Sociale – Via T. Vecellio n. 4.
Telefono: 0422/846235 oppure 0422/846271. Fax: 0422/841165
Email: sociale@comune.roncade.tv.it 

Lunedì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00
Mercoledì dalle 16.00 alle 18.00
Tempi massimiTEMPI MASSIMI 

La domanda deve essere presentata dalla madre entro il termine perentorio di sei mesi dalla nascita del figlio.



Ultima modifica: Mercoledģ, 10 Febbraio 2016 - ore 15:21


utenti on-line: 1 | pagine visitate: 0